News — 20 ottobre 2013

Internet è entrata a far parte del vivere quotidiano, ha plasmato un nuovo modus vivendi, offrendo anche la possibilità di sperimentare nuovi linguaggi audiovisivi, in continua evoluzione. Le forme tradizionali del cinema e del video vengono estese dalle capacità interattive del nuovo strumento di comunicazione ed in questo periodo di crisi economica una forte spinta di ripresa è offerta proprio dal web, grazie alla possibilità di distribuire anche gratuitamente i prodotti cinematografici. Dal 21 al 23 di ottobre apre i battenti il Campi Flegrei Web Series Fest, una vetrina sul mondo delle produzioni seriali nate e sviluppate su internet, sul cinema digitale e dedicato ai nuovi linguaggi introdotti dalla Rete. Le serie in gara provengono da tutto il mondo per offrire uno sguardo collettivo su una nuova realtà, un festival dedicato al sogno, una libertà onirica regalata al cinefilo più incallito solo attraverso lo spazio interattivo. Il festival ha ottenuto un forte riscontro in Italia come all’estero, le serie pervenute agli organizzatori sono state ben più di cento, sessantaquattro quelle selezionate per il concorso. Le opere presentate spaziano attraverso i generi, si va dal comico, al thriller fino alla fantascienza, e provengono da tutto il mondo, Usa, Spagna, Brasile ed ovviamente Italia, giusto per citarne alcuni; storie brevi create per il popolo di internet, alcune delle quali vantano la presenza di attori di spicco come Clive Owen e Luca Argentero. Realizzato per le scuole, il progetto si prolungherà oltre la durata dell’evento, sino a novembre, quando studenti delle elementari, delle medie inferiori e del biennio superiore, realizzeranno dei brevi filmati, con l’ausilio di telefonini o tablet, sul tema: “Descrivi il tuo mondo migliore e fai delle proposte per cambiarlo”. La location scelta ha in sé del magico, tra Bacoli e Pozzuoli, il sito che ospiterà la kermesse è la casina Vanvitelliana risalente al ‘700, immersa tra il verde e il lago Fusaro di Bacoli, e che fece da teatro al Pinocchio di Luigi Comencini. Spettacolo, musica, cinema e tanti ospiti, per realizzare il sogno di un territorio che guarda al futuro cercando di costruirlo a piccoli passi. Il Campi Flegrei Web Series Fest si pregia di importanti patrocini e personalità che hanno già aderito e sosterranno l’iniziativa: Regione Campania, Provincia di Napoli, Comune di Pozzuoli, Comune di Bacoli e la Film Commission della Regione Campania. Sono previste le partecipazioni di Francesco Pinto (direttore Rai di Napoli), Valerio Caprara (critico cinematografico), il Cardinale Crescenzo Sepe e Mario Sesti (critico giornalistico e tra i fondatori del Festival del Cinema di Roma), che presenterà il suo documentario La voce di Berlinguer. L’iniziativa, pensata da Paolo Guitto e realizzata con l’apporto dell’organizzatore generale Carmine Morelli, si articolerà in una tre giorni densa di appuntamenti. Nelle intenzioni degli organizzatori, il Campi Flegrei Web Series Fest “si propone di essere un punto di riferimento per tutti gli appassionati e i creatori di webseries, come sguardo attento a ciò che di importante ci propone la nuova frontiera del web e della globalizzazione”. La redazione

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.