Archivio film Cinema News — 16 luglio 2018

Titolo originale: C’est la vie
Regia: Olivier Nakache e Éric Toledano
Soggetto e sceneggiatura: Olivier Nakache e Éric Toledano
Montaggio: Dorian Rigal-Ansous
Musiche: Avishai Cohen
Cast: Jean Pierre Bacri, Gilles Lellouche, Jean-Paul Rouve, Eye Haidara,Vincent Macaigne
Produzione: Gaumont, Quad Productions
Nazionalità: Francia
Anno: 2017
Durata: 115 minuti

“C’est la vie” è il motto francese che suggerisce di accettare stoicamente e possibilmente col sorriso, gli imprevisti della vita. E di eventi inattesi in Prendila come viene ne accadono molti.
Il film racconta un giorno come tanti nella vita di Max, un wedding planner. Ma è solo il pretesto per mostrare brandelli di esistenze differenti che si intrecciano durante il matrimonio di Pierre ed Héléna.
Max deve fare i conti con mille inconvenienti: la sua vice che comunica in modo aggressivo, il cognato depresso che dovrebbe lavorare come cameriere ma si finge invitato perché innamorato della sposa, il fotografo fannullone e infine l’emergenza della carne avariata.

Il film è una via di mezzo tra Gosford Park e una commedia degli equivoci, dove tutto va a rotoli ma nulla è perduto. Anzi, se c’è un messaggio in C’est la vie è proprio quello di abbandonare la razionalità e accettare quello che succede, prendendone il lato positivo. Finché infatti Max cerca faticosamente di barcamenarsi tra il suo stanco matrimonio e l’amore per Josiane prova solo frustrazione e dolore, solo quando accetterà il suo desiderio ritroverà un po’ di serenità. Lo stesso vale per Pierre che dall’inizio della festa cerca di controllare ossessivamente ogni dettaglio. Solo dopo essersi “perso” letteralmente tra le stelle, riuscirà a condividere con Héléna un po’ di gioia.
E così un incidente che poteva compromettere l’intera festa e il lavoro di una vita, si trasforma in una preziosa opportunità per cambiare i propri schemi mentali. Artefici di questo piccolo “miracolo” sono i tre camerieri indiani (musicisti nel loro paese) che improvvisano un concerto regalando un momento di inaspettata magia.
Olivier Nakache e Éric Toledano si confermano la coppia vincente del cinema francese, ricordiamo infatti che sono gli autori di Samba e Quasi amici, grande successo di pubblico e critica in Francia e all’estero.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *