Cinema News — 20 febbraio 2014

Titolo originale: We’re the Millers
Regia: Rawson Marshall Thurber
Soggetto: Steve Faber, Bob Fisher
Sceneggiatura: John Morris, Sean Anders, Steve Faber, Bob Fisher
Cast: Jennifer Aniston, Emma Roberts, Kathryn Hahn, Jason Sudeikis, Will Poulter, Ed Helms, Molly C. Quinn, Thomas Lennon, Nick Offerman
Fotografia: Barry Peterson
Montaggio: Michael L. Sale
Scenografia: Clayton Hartley
Musiche: Theodore Shapiro, Ludwing Göransson
Produzione: Benderspink, W line cinema, Vincent Newman Entertainment
Distribuzione: Warner Bros Pictures
Nazionalità: USA
Anno: 2013
Durata: 100 minuti

David Clark (Jason Suedekeis) come mestiere fa lo spacciatore per conto di Brad Gurdlinger (Ed Helms, famoso per il film Una notte da leoni). Un giorno David cerca di aiutare il suo vicino di casa, Kenny (Will Poulter), a salvare una ragazza senzatetto, Casey (Emma Roberts), mentre veniva disturbata da una piccola banda di ladruncoli. Nel farlo, David attira verso di sé il gruppo di ladri che finiscono per derubarlo di tutta l’erba e di tutti i soldi che ha con sé e che tiene in casa. Distrutto, David decide di andare da Brad, il quale cercherà di trattare il debito che David ha nei suoi confronti offrendogli un nuovo lavoro: trasportare una grossa quantità di marijuana dal Messico agli USA, in cambio gli darà anche una grossa somma di denaro.
Il protagonista accetta, ma come fare per passare il confine senza essere beccato? Ed ecco che decide di crearsi una finta famiglia da portare con sé: è così che entrano a far parte della storia il giovane, imbranato e senza alcuna esperienza sessuale Kenny e  la ribelle teenager scappata da casa Casey nel ruolo dei “figli”, e Rose (Jennifer Aniston), vicina di casa e spogliarellista in un bar, come “moglie”; ovviamente tutti accettano in cambio di una somma in denaro come ricompensa. Completato il piano, tutti si buttano in viaggio verso il Messico in stile “vera famigliola felice” in cui, come in ogni famiglia che si rispetti, troveremo momenti di allegria ma anche incomprensioni e litigi.

Il regista, Rawson Marshall Thurber, già famoso per il film Palle al Balzo, torna sul grande schermo con questa piccola commedia intitolata Come ti spaccio la famiglia (in inglese: We’re the Millers). Distribuito da Warner Bros Picture, il film è stato un successo commerciale: costato solo 37 milioni di dollari, è riuscito ad avere un incasso mondiale di oltre 201 milioni. We’re the Millers non è la classica commedia americana, anzi, stravolge completamente l’idea di “famiglia” delle classiche commedie, portando sullo schermo una “categoria” di famiglia totalmente nuova o comunque con combinazioni inusuali, come l’avere uno spacciatore per padre e una spogliarellista per madre, cose che in realtà porterebbero ad avere una famiglia molto problematica ma il film prende tutto con leggerezza trovando l’ironia anche dove non si direbbe. L’opera si basa su dialoghi ironici da botta e risposta, con una sceneggiatura molto curata, permettendo di farci comprendere alla perfezione il carattere del personaggio che ci troviamo davanti. La volgarità fa parte di alcune scene e battute del film, senza essere eccessiva nei termini però: troveremo dei genitali punti da un ragno velenoso, il rischio di un rapporto orale per corrompere un poliziotto e un favoloso strip tease offerto da una splendida Jennifer Aniston, ma punto centrale del film è Jason Sudeikis: lo vedremo arrabbiarsi, spaventarsi nei momenti di pericolo o con la battuta sempre pronta a farci ridere dall’inizio alla fine della pellicola, ma anche pronto a farci commuovere nel momento in cui si tratta di salvare gli altri, perché alla fine dei conti la famiglia vera è quella che ti crei, perché dopo averci vissuto, averla amata, sei disposto a tutto pur di proteggerla.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.