Cinema News — 28 gennaio 2013

Creatore delle serie televisiva Lost, nonché di Alias e Fringe, e regista del nuovo Star Trek in uscita nelle sale statunitensi queste mese, J.J. Abrams è stato scelto per dirigere il mio primo film della nuova trilogia di Star Wars.

I tre film saranno prodotti dalla Disney, che ha comprato all’esorbitante cifra di 4 miliardi di dollari, la Lucasfilm detentrice dei diritti dell’universo Star Wars. Il padre della saga, George Lucas, ha commentato dichiarando “Sono sempre stato impressionato da J.J., sia per le sue doti come film maker che come narratore di storie. È la scelta ideale per la regia del nuovo Star Wars, l’eredità della saga non poteva finire in mani migliori!”, il che rincuora i fan più preoccupati.

J.J. Abrams in questo ultimo decennio ha fatto la storia della tv di fantascienza, ma nel suo curriculum non mancano di certo esperienze cinematografiche: oltre ad aver diretto Mission: Impossible 3 o Super 8, è in uscita il secondo film della saga “avversaria” di Guerre Stellari, Star Trek. E chissà come la prenderanno i fan del capitano Kirk sapendo che Abrams, come dichiarò nel 2009, da bambino preferiva Star Wars a Star Trek.

Ancora ignota la trama del nuovo capitolo, che raggiunge il suo settimo episodio, anche se è certo che cronologicamente seguirà Il ritorno dello Jedi, uscito nel 1983. La storia garantiscono che sarà originale e non una riproduzione cinematografica di un qualche libro o fumetto, creato in questi trent’anni di Star Wars.

Come sempre tra i fan si creano schieramenti, se da una parte molti si dicono contenti di una scelta che ritengono azzeccata, dall’altra abbiamo malcontento per paura che l’uscita di un nuovo capitolo possa rovinare l’intera saga. Su twitter sono diventati in poche ore #tt, ovvero trending topic, sia “#J.J. Abrams” che “#Star Wars” e non mancano di certo tweet di facile ironia, facendo un parallelo con Lost. C’è chi scrive che “il Millennium Falcon precipiterà su un’isola” oppure che “ci vorrà una trilogia solo per capire su che pianeta si svolge”.

Insomma, chi si aspetta molto e chi proprio non sentiva il bisogno di questo ritorno. Ma critiche e ironia a parte, il brand di Guerre Stellari ha ancora molto da offrire al suo pubblico a detta dei produttori, e si può giurare che in ogni caso il prossimo film, in parte anche a prescindere dalla direzione di J.J. Abrams, farà registrare incassi da record. Siamo certi che i fan, anche i più scettici, non stanno già nella pelle.

Elisabetta Gori

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.