Cinema News — 22 gennaio 2013

Sguardo che conquista, viso dai tratti marmorei, per anni Leonardo Di Caprio ci ha fatto sognare, con le sue strepitose interpretazioni. Dal romantico Romeo + Giulietta, del lontano 1996, al western Django unchained di Tarantino, che in questi giorni sta sbancando i botteghini. Nonostante le varie nomination, mai vincitore di un Oscar, ma amatissimo dal pubblico maschile e femminile, per la sua bellezza statuaria e la divina recitazione.

Qualche giorno fa, in un’intervista al quotidiano tedesco Bild, l’attore ha parlato della sua intenzione di prendersi una lunga pausa. Leo ha infatti dichiarato di sentirsi “svuotato e logorato”, dopo i tre film girati negli ultimi due anni, che lo hanno privato di ogni momento di libertà personale. Non ha nascosto che, nel corso degli anni, gli impegni lavorativi gli hanno negato spesso di scoprire e vivere l’amore, saltellando da una girlfriend all’altra.

«Mi prenderò una lunga pausa dal cinema e me ne andrò in giro a fare del bene per l’ambiente», queste le parole dell’attore che esprimono il suo desiderio di dedicarsi a cause ambientali. Leo, dichiaratamente vegetariano, conferma di essere molto sensibile alla difesa dell’ambiente e racconta che nel suo piccolo cerca di contribuire, utilizzando un’automobile elettrica ed installando pannelli solari sul tetto della propria abitazione. Piccoli gesti che possono fare la differenza. «Una persona normale non percorre in auto più di 50 chilometri al giorno e per fare questo basta una presa elettrica», non possiamo che annuire silenziosamente alle perle di saggezza del caro Leo.

Speranzosi che questa pausa dal grande schermo non duri poi così a lungo, auguriamo a Leonardo di ritrovare se stesso, nelle attività di volontariato e nell’impegno nel sociale, aspettando il suo ritorno..

Elisabetta Gori

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.