News — 09 ottobre 2012

A poco più di un mese dall’uscita del film “La bella addormentata” di Marco Bellocchio, che racconta gli ultimi giorni di vita di Eluana Englaro, tornano sugli schermi italiani i temi della malattia e dell’eutanasia.

Il 25 ottobre uscirà infatti nei cinema “Amour”, il nuovo film di Michael Haneke vincitore della Palma d’Oro al Festival di Cannes 2012 .

Protagonisti della pellicola sono una coppia di anziani professori di musica in pensione (Jean-Louis Trintignant e Emmanuelle Riva), quando la donna rimane vittima di una malattia che le toglie man mano il controllo del corpo e l’uso della parola, il marito sceglie di starle vicino e accudirla giorno e notte, fino  a quando decide di mettere fine alle sofferenze della moglie e, probabilmente anche alle sue.

Il film ,acclamato dalla critica a Cannes, affronta  temi delicati e profondamente attuali attraverso una commovente storia d’amore, raccontata dal regista con la grande e consueta lucidità. Vera protagonista di “Amour” è la malattia e tutta la sofferenza che essa porta con sé: Haneke ha infatti deciso di girarlo dopo che si è dovuto misurare con un dolore simile a quello raccontato nel film.

A differenza della storia raccontata da Bellocchio, quella di “Amour” è una vicenda totalmente privata ma, anche in questo caso l’obiettivo del regista austriaco è quello di aprire un dibattito su  temi così controversi e dolorosi come quelli della malattia e della morte per eutanasia .

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.