News — 21 gennaio 2013

A un anno dalla chiusura dei siti Megavideo e Megaupload, il creatore Kim Dotcom, lancia in rete un nuovo sito. Ridimensionato, di nome e di fatto, Mega da oggi sarà disponibile online.

Mega non è pensato per una libera condivisione dei file e quindi è legalmente meno attaccabile dei suoi predecessori. Su Megavideo e Megaupload, ogni utente poteva caricare i propri contenuti e diffondendo l’indirizzo di questi file era possibile per chiunque scaricarli, più o meno liberamente.

Come funzionerà il nuovo Mega? Si tratta di un servizio di cloud storage, simile a Google Drive e Dropbox, una sorta di hard disk su internet dove conservare e condividere i propri file, con la possibilità di archiviare fino a 50 giga di dati dopo una registrazione gratuita. Si può aumentare la capacità di archiviazione, fino a 4 tera, acquistando un account premium. Nelle prime ore di attività, secondo quanto riferito da Dotcom, su Mega si sono registrati 250 mila utenti.

“Nel Medioevo i nemici del progresso bruciano libri. Oggi si bruciano i siti Internet. Mega sarà il sito che metterà la parola fine a questa persecuzione” ha dichiarato Dotcom. L’hacker ha anche pubblicizzato il ritorno del suo amatissimo sito in grande stile, offrendo gelati al centro di Auckland, la città dove vive in Nuova Zelanda, e rivelando che il nuovo Mega “sarà molto innovativo, abbiamo inventato cose che Internet non ha ancora sperimentato”.

Con la precedente esperienza, l’informatico ha accumulato una fortuna di 175 milioni di dollari, tuttavia nello scorso ottobre l’indagine contro di lui è arrivata a un punto morto, e si proceduto alla scarcerazione. All’epoca dell’arresto di Kim Dotcom ci furono molte polemiche su come la polizia e l’intelligence della Nuova Zelanda collaborarono con l’FBI per ottenere prove sull’uomo, che di recente ha ottenuto le scuse del primo ministro neozelandese. Dotcom al momento attende di sapere se la domanda di estradizione negli Stati Uniti sarà accolta. La prossima udienza è fissata per marzo. Durante la conferenza stampa che è seguita al lancio del nuovo Mega, Dotcom ha dichiarato che sta scrivendo un libro sulla vicenda che lo ha visto protagonista, con la speranza che possa essere la base per un film.

Elisabetta Gori

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.