Archivio film Cinema News — 13 ottobre 2017

Mother è un incubo anarchico, un poema omerico, una pellicola che
divora più della metà dei film in programmazione riducendoli a
inoffensivi prodotti da mercato. Un’opera che piano piano dilata i
suoi squarci fino a mostrare le viscere, scoperchia ogni regola
filmica e violenta i suoi personaggi con allucinati primissimi piani.
Cast straordinario, tra cui spicca una Jennifer Lawrence sempre in
bilico tra la terrificante indecisione e l’altrettanto terribile
accettazione. Una (nuova?) scream queen dal volto innocente e
impaurito, le cui grida, come fucili carichi di dissonante
disperazione, si candidano ad essere suoni indimenticabili. Aronofsky
è un autore che più che dirigere ama disegnare. E dal suo cinema, così
sovversivo e grandguignolesco, non si esce mai senza il segno di una
ferita. Voto: 10/10

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.