Cinema News — 19 marzo 2013

Io sarò sempre qui!” così Elliott, con occhi pieni di lacrime e cuore colmo di malinconia, saluta il suo nuovo amico E.T., l’extraterrestre che aveva scoperto fuori casa, uscendo a prendere la pizza. Conosciamo bene la piccola sorellina di Elliott, Gertie, interpretata una 7enne Drew Barrymore, che con energia, stravaganza ma allo stesso tempo eleganza ha coltivato una fiorente carriera. Ma che fine ha fatto l’attore che interpretava Elliott?

L’attore che veste i panni di Elliott, a soli undici anni, è Henry Thomas. Al contrario della Barrymore che appartiene ad una delle più importanti dinastie di attori di Hollywood, Thomas apparteneva ad una famiglia molto più modesta. Il padre infatti era un idraulico, mentre la madre una casalinga. Henry studia nella sua città natale, in Texas, e grazie ad un fortunato provino ottiene la parte di Elliott nel famosissimo film di Steven Spielberg. Rimarrà per sempre nella storia del cinema, e tuttora è in 24a posizione nella lista de Le 100 più grandi star adolescenti ed in 4a posizione nella lista de I 50 attori bambini più carini… Cresciuti.

Grazie al ruolo in E.T., guadagna l’apparizione in uno spot pubblicitario per il gioco Night Stalker dell’Intellivision, a fianco di George Plimpton. Dopo lo straordinario successo del film, Thomas ritorna in Texas, recitando sporadicamente in film, televisivi e non, frequentando contemporaneamente la scuola e conducendo la vita di un ragazzino qualunque. Il piccolo Elliott era amatissimo da tutti da lui, ma in classe i compagni maltrattavano il piccolo Henry, in un’intervista per Vanity Fair dichiarò: «Ero un bersaglio facile: tutti cercavano di mettermi la testa nella tazza del cesso e tirare lo sciacquone. Forse era gelosia, forse solo che eravamo ragazzi: non capivano perché ero tornato a scuola dopo tutto quel successo. Dovetti chiudermi in casa per un po’, e provai anche l’homeschooling per paura di varcare la soglia della scuola: fu dura, ma poi le cose migliorarono».

 

Negli anni ’90 inizia a cimentarsi nei ruoli da adulto. Citiamo ad esempio il suo ruolo in “Psycho IV” nel 1990, nel quale interpreta il pluriomicida Norman Bates. Interessante anche la sua interpretazione di Samuel Ludlow nel film del 1994, “Vento di passioni”. Nel 2002 invece fa una piccola parte in “Gangs of New York” diretto da Martin Scorsese. Prende parte alla pellicola “Dear John” nel 2010, adattamento cinematografico del romanzo di Nicholas Sparks “Ricordati di guardare la luna”.

Henry non si è mai dato per vinto ed ha cercato in tutti i modi di rimettersi in gioco, di scrollarsi di dosso la nomina di “Elliott di ET”. Ora il piccolo Elliott ora ha 40 anni suonati, vive con la moglie e tre figli a Los Angeles e coltiva fiori nel giardino che circonda il garage dove suona con la sua band rock, The Blueheelers. In un’intervista ha confessato: «A volte ho rimpianto l’essere stato il bambino di E.T.: ora sono orgoglioso di avere preso parte a un film entrato nella storia del cinema».

 

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.