Cinema News — 13 marzo 2013

Will e Grace” è, senza ombra di dubbio, una delle sit-com americane più amate, premiate e viste degli ultimi dieci anni. I loro protagonisti sono ormai utilizzati come prototipi: Will, l’avvocato gay preciso ed impeccabile, Grace, la single incallita che ricerca l’amore ovunque, Karen, la belloccia che sposa il miliardario e Jack, la checca superficiale. La serie fu seguitissima da milioni di fan, basti pensare che l’ultima puntata, andata in onda il 18 maggio 2006 sull’emittente americana NBC, ebbe un indice d’ascolto di 18 milioni di spettatori.

Avrete dunque indovinato chi sono i personaggi, questa settimana, sotto i riflettori dalla nostra rubrica dedicata alle star scomparse dagli schermi. Che fine hanno fatto Will e Grace?

Eric McCormack, classe 1963, è l’attore che veste gli eleganti panni di Will Truman, avvocato gay che vive a New York. Dotato di un grande senso dell’umorismo, Will è uno dei personaggi più pacati della serie. Adorato ed imitato dai suoi fan Eric McCormack è diventato ben presto un’icona. Ma dopo Will e Grace cosa ne è stato della sua carriera? Torna sul piccolo schermo con una nuova serie, Perception, in onda in Italia in prima visione assoluta dal 28 novembre 2012 su Fox. Il dottore Daniel Pierce, interpretato appunto da Eric McCormack, è un neuroscienziato e professore universitario quarantasettenne che viene reclutato dal FBI per aiutarli a risolvere i loro casi più complessi. Il suo interesse verso le neuroscienze deriva dalla sua schizofrenia e paranoia, malattie di cui soffre dal’età di 22 anni. Ad aiutarlo nelle indagini saranno l’agente speciale Kate Moretti, una sua ex-alunna che lo ha contattato per collaborare col Bureau, il suo assistente Max Lewicki e la sua migliore amica Natalie Vincent.

Sorte meno fortunata quella della designer d’interni Grace Adler, interpretata da Debra Messing. Debra infatti dopo aver vestito i panni di Grace non ha avuto altri ruoli da protagonista, solo piccole partecipazioni, come in “Purple Violets” e “The Women”. Collaborazione più famosa è forse quella in “…e alla fine arriva Polly” dove ricopre il ruolo dell’agente immobiliare Lisa, la moglie infedele del protagonista, interpretato da Ben Stiller, che tradisce suo marito durante la luna di miele.

Ma il personaggio che più ci ha fatto più ridere, regalandoci perle come: “Una parte di me è arrabbiata, l’altra è felice, il resto è solo ubriaca”, è senza dubbio Karen Walker. Karen è una donna pluridivorziata e divenuta milionaria, dopo aver sposato Stanley Walker, un grassissimo uomo d’affari dal volto ignoto. Megan Mullally è l’attrice che le presta il volto ed il corpo. Attrice della carriera variegata, amante del teatro, dove ha lavorato fin da bambina, e doppiatrice di cartoni animati. Nonostante ciò è rimasta molto legata al ruolo di Karen, tanto da essere protagonista di un musical di Broadway intitolato “Karen: il musical”. Dalla personalità esuberante e senza peli sulla lingua ha rivelato la sua bisessualità in un’intervista in The Advocate. Ha raccontato inoltre di aver risposto da ragazza, insieme ad una sua amica, ad un annuncio pubblicato su una rivista pornografica, recitando così in un film hard francese. La Mullally farà parte del cast della serie tv “Breaking In” a partire dalla seconda stagione iniziata il 6 marzo 2012, per l’emettente Fox. Un concentrato di forza e curve che non finisce mai di stupirci.

Concludiamo il nostro tour tra le star della sit-com più amata d’America, con il personaggio di Jack McFarland, il gay disoccupato perenne con la passione per la recitazione e la danza, interpretato da Sean Hayes. Per anni Jack è stato l’icona gay, punto di riferimento per molti giovani. Hayes non si ferma dopo la fine della sit-com collezionando diverse collaborazioni interessanti. Nel 2003 recita nel film “Schegge di April” con Katie Holmes, mentre nel 2004 prende parte alla commedia “Appuntamento da sogno!”. Nel 2007 recita al fianco di Morgan Freeman e Jack Nicholson in “Non è mai troppo tardi”. Nel marzo del 2010 fa coming out in un’intervista per The Advocate, ammettendo di essere gay. Nonostante per molti anni si sia nascosto dietro il personaggio di Jack, non rilasciando dichiarazioni circa il suo orientamento sessuale, non è mai troppo tardi per uscire allo scoperto, e lanciare in questo modo un messaggio di conforto e sostegno nei confronti di tutti i suoi fan, gay e non.


 

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.