Archivio film Cinema Eventi Netflix News — 09 Marzo 2021

Ebbene, secondo normale consuetudine, come ogni anno saranno presto annunciate le candidature ai nuovi Academy Awards, ovvero le ambite nomination riguardanti i film, gli attori e i registi che gareggeranno alla prossima manifestazione degli Oscar.

Per l’esattezza, la novantatreesima.

Qui però dobbiamo ovviamente sottolineare, come già ben saprete, che quest’anno le nomination verranno annunciate più tardi rispetto all’usuale tabellino di marcia, ovvero il 15 Marzo. Di conseguenza, per i disagi inerenti, ahinoi, il nefasto Covid-19, l’edizione della Notte delle Stelle è stata posticipata in data domenica 25 Aprile. Riallacciandoci a quanto appena scritto, che dire? Innanzitutto, il 2020 è stato un annus horribilis, naturalmente non soltanto per la Settima Arte. Può certamente apparire superfluo rimarcarlo e ancora evidenziarlo ma il 2020, a causa per l’appunto dell’assai disdicevole situazione pandemica purtroppo ancora imperante dappertutto, è stato un anno, potremmo dire, limitato per quanto concernette la fruizione del Cinema, impedendo giocoforza a molte pellicole di uscire, sui grandi schermi, regolarmente. Un anno minato sensibilmente nell’ordinaria amministrazione, diciamo, dello spettacolo più bello del mondo. Nonostante ciò e malgrado tutto, il Cinema ha comunque resistito e, comunque sia, bei e grandi film abbiamo potuto ammirare ugualmente, in streaming e non.

Dunque, la forte concorrenza fra le pellicole che si contenderanno lo scettro di Best Picture non è stata lesa e la bellezza del Cinema è rimasta pressoché intatta, sebbene non poco violata…

Secondo i rumors provenienti dai maggiori siti specializzati, per l’appunto, nelle cosiddette previsioni in merito ai futuri candidati all’Oscar, insomma, stando alle voci di corridoio che circolano insistentemente presso gli addetti ai lavori e gli esperti allibratori, la pellicola più accreditata per ottenere numerose nomination è lo splendido, da noi acclamato, Nomadland di Chloé Zhao, seguito a ruota dall’altrettanto straordinario Mank di David Fincher e da Il processo ai Chicago 7 di Aaron Sorkin. È dunque palese che questi tre film se la batteranno senza esclusione di colpi e che la Zhao, Sorkin e Fincher saranno rispettivamente nominati nella categoria di Miglior Regista. Per quanto riguarda invece i migliori attori, è ovvio che il compianto, tragicamente scomparso Chadwick Boseman di Ma Rainey’s Black Bottom entrerà non solo nella cinquina dei candidati, bensì con molta probabilità vincerà, postumo, la statuetta. Un riconoscimento dovuto e forse anche giusto. Poiché la sua ultima prova attoriale è superba ed esula da discorsi solamente omaggianti la sua memoria. Da lassù, però, dovrà vedersela con lo strepitoso Anthony Hopkins di The Father e con Gary Oldman del succitato Mank. Passando invece alle migliori attrici, il nostro tifo va per Frances McDormand. Se dovesse vincere l’Oscar, sarebbe il suo terzo dopo quelli ottenuti per Fargo e per Tre manifesti a Ebbing, Missouri. È in evidente risalita fra le più papabili per la vittoria finale ma attenzione a Vanessa Kirby di Pieces of a Woman, a Viola Davis del sopra citato film con Boseman e a Carey Mulligan di Promising Young Woman.

Non spargete la voce in giro ma, per la categoria di miglior attore non protagonista, noi non nutriamo alcun dubbio.

Deve vincere, sì, siamo imperativi… Sasha Baron Cohen.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.