Cinema News — 11 gennaio 2013

Ancora una volta Alexander Payne non sbaglia il tiro e si conferma specialista delle commedie dolci amare.

Questa volta il protagonista è un avvocato di mezza età (George Clooney) che, dopo un’incidente in barca nel quale la moglie è rimasta coinvolta provocandole un coma irreversibile, si ritrova a fare i conti con le due figlie che conosce appena e non sa gestire, con la vendita di un pezzo di terra incontaminata appartenuta alla sua famiglia e con alcuni destabilizzanti imprevisti.

Il tutto ambientato nella splendida cornice delle isole Hawaii.

L’innata capacità di Payne nel dirige gli attori e tirare fuori il meglio dalle loro interpretazioni è senza dubbio formidabile: l’ha fatto con Paul Giamatti ai tempi di “Sideways” rendendolo uno degli attori più apprezzati e ricercati degli ultimi anni, con Jack Nicholson in “A proposito di Schmidt” donandogli nuovo splendore e adesso lo conferma con la stupefacente interpretazione di George Clonney, sempre più proiettato verso la tanto agognata statuetta.

La capacità di toccare temi come il dolore, il tradimento, l’abbandono con il sorriso sulle labbra, ma allo stesso tempo, con le palpebre velate dalle lacrime sono il suo marchio di fabbrica. Come il raccontare di uomini all’inizio mediocri che, lungo il corso della storia, realizzano che è arrivato il momento di prendere le redini della propria esistenza, cambiare direzione e riscattarsi. Qualcuno ha definito il cinema di Alexander Payne, cinema umano, un neorealismo all’americana.

Grande cura per i particolari: dalle scenografie, ai costumi, alle locations..

Questo film, come le precedenti pellicole dell’autore, fanno veramente amare la settima arte, riconciliano con questo mezzo tante volte abusato, banalizzato da tutti quelli che non sono capaci di emozionare raccontando storie, ma Alexander Payne sa raccontare storie e, nel raccontarle, realizza quella che è la grande magia del cinema.

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.