Archivio film Cinema Eventi News — 26 Gennaio 2019

La V edizione di SEEYOUSOUND Torino dal 25 gennaio al 3 febbraio 2019 si terrà al Cinema Massimo , con 10 giorni di documentari, lunghi, cortometraggi e videoclip in anteprima italiana, oltre a film fuori concorso, incontri ed eventi che mostreranno generi, correnti e personaggi della storia della musica che hanno influenzato l’immaginario e il sentire collettivo, o in cui la musica è coprotagonista di storie e immagini degne dei più grandi festival internazionali. Molti dei film che compongono la line up del prossimo SEEYOUSOUND Torino vantano infatti un palmares notevole grazie alla partecipazione a festival come il Sundance, l’IDFA di Amsterdam, i festival di Cannes, Toronto, San Sebastian e Locarno. Tra i 6 titoli del concorso LONG PLAY FEATURE , Lords of Chaos l’ultimo film di Jonas Akerlund, regista di videoclip tra i più conosciuti al mondo. Direttamente dal Sundance, l’attesissimo lungometraggio racconta l’epopea insanguinata dei Mayhem, di Euronymous e Burzum, una delle più famigerate vicende della Storia del black metal norvegese. Dopo l’anteprima al Toronto International Film Festival e la recente candidatura come rappresentante indiano agli Oscar 2019, il film della regista Rima Das, Village Rockstars (foto) , è la storia di Dhunu, bambina che vive in un remoto villaggio dell’India nordorientale il cui sogno è fondare una rock band. LONG PLAY DOC , offre al pubblico di Seeyousound il meglio dei documentari musicali internazionali con Where are you, João Gilberto? , in cui Georges Gachot ricostruisce un ritratto intrigante e suggestivo di J oão Gilberto, geniale musicista e creatore della bossa nova nel Brasile degli anni ‘50 e ’60, presentato nella sezione Panorama Suisse allo scorso Festival di Locarno . Dal Festival di Cannes, Le Grand Bal di Laetitia Carton, ci porta nel cuore della Francia dove ogni luglio, da oltre 27 anni, p iù di duemila persone di tutte le età si riuniscono da ogni parte del mondo per ballare e suonare danze e dei balli popolari per sette giorni e sette notti. Anche le rassegne MUSIC IS THE WEAPON e INTO THE GROOVE , che da sempre mostrano anime opposte e complementari della musica, lo faranno attraverso titoli selezionati nel panorama dei festival più prestigiosi. Dallo scorso IDFA – International Documentary Filmfestival Amsterdam a Music is the weapon, Ethiopiques – Revolt of the Soul di Maciej Bochniak, racconta ascesa, caduta e riscatto di un gruppo di formidabili jazzisti etiopi che negli anni ‘60 hanno dato vita a una vera e propria rivoluzione, non solo musicale, grazie al sodalizio artistico e umano tra Amha​Eshete – fondatore della prima etichetta discografica etiope – e il produttore francese Francis Falceto. Mentre per la sezione Into the groove, Whitney , del regista Premio Oscar Kevin MacDonald, ci accompagna fra i segreti di un’icona impareggiabile: Whitney Huston, dalle luci dei palcoscenici fino alla progressiva caduta e prematura scomparsa. Presentato al Festival di Cannes, Whitney è il racconto di una guerriera e della sua battaglia. Questi e molti altri film seguiranno l’apertura di SEEYOUSOUND Torino, che venerdì 25 gennaio prenderà il via con l’anteprima italiana di Symphony of Now di Johannes Schaf . Presentato alla scorsa Berlinale , il documentario è un tributo cinematografico alla vita notturna della metropoli tedesca e a lla sua vibrante scena musicale , rappresentata in sala per l’occasione dal dj e producer Alex . Do , alfiere della label Dystopian di Rodhad, che aprirà l a serata inaugurale con un set live delle tracce dal film . Dalle 23, il dj sarà alla consolle dell’Azimut Club (Via Modena 55) per l’Opening party di Seeyousound , seguito da Genau e We Play The Music We Love, due factory della musica elettronica torinese. (Ingresso in lista: 7€ entro mezzanotte – 10€ entro l’1.00 – 15€ dopo. Ingresso ridotto 7€ con biglietto del cinema Seeyousound). INFO : www . seeyousound . org | info@seeyousound . org

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *