Stasera in tv — 11 gennaio 2013
  • Tutto su mia madre su Cielo  alle 21:10

Anno: 1999

Durata: 100 minuti

Genere: Melò

Regia: Pedro Almodòvar

Cast: Penolope Cruz, Cecila Roth, Marisa Paredes.

Trama: Manuela vive da sola con suo figlio adolescente Esteban che non ha mai conosciuto suo padre. Per il compleanno di Esteban Manuela lo porta a teatro dove si sta rappresentando “Un tram chiamato desiderio”. I due sono uniti dall’ammirazione per l’attrice Huma Rojo e alla fine dello spettacolo per inseguire lei Esteban viene investito da una macchina. Manuela scappa da Madrid e va a Barcellona alla ricera del padre di Esteban, che batte i marciapiedi con il nome di Lola.

  • La casa 2 su Rai 4  alle 23:00

Anno: 1987

Durata: 85 minuti

Genere: Horror

Regia: Sam Raimi

Cast: Bruce Campbell, Sarah Berry, Dan Hicks, Kassie DePaiva.

Trama: Un gruppo di ragazzi decide di passare il fine settimana in un cottage sperduto nella foresta. Tra le mura della casa trovano l’antico libro dei morti: recitando una formula magica risvegliano un antico demone che naturalmente non è molto contento. Segue carneficina, alla velocità della luce.

 

  • Malcom X su Rai Movie alle 23:05

Anno: 1993

Durata: 210 minuti

Genere: Biografico

Regia: Spike Lee

Cast: Denzel Washington, Spike Lee, Al Freeman Jr.

Trama: Il piccolo Malcom Little, figlio di un pastore protestante, cresce nel Nebraska. La sua infanzia è segnata tragicamente dalla violenza razzista: il padre è infatti ucciso dagli uomini del Ku Klux Klan che ne incendiano la fattoria e li riducono così in miseria. La madre impazzisce e muore in manicomio. Dopo anni in cui passa di famiglia in famiglia, giunge ormai adolescente a New York. È intelligente, ma la sua condizione lo conduce alla delinquenza: furti, spaccio di droga, prostituzione, sono i suoi campi. Finché viene arrestato e, dopo anni di carcere in cui conosce ogni sorta di esperienza negativa, si converte all’Islam, studia e impara a opporsi al potere bianco. Una volta fuori, completamente trasformato, si sposa, entra in un’organizzazione islamica e diventa un trascinatore politico. Divenuto una delle personalità più in vista del mondo afro-americano, si crea parecchi nemici. Per le sue posizioni sempre meno estremiste, ma favorevoli a un dialogo con i bianchi, viene in più occasioni minacciato…

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.