Archivio per Archivio tag: ' Fabio Zanello'

OPPENHEIMER di Christopher Nolan, a cura di Fabio Zanello.

“Oppenheimer” si impone da subito come ricostruzione accurata in IMAX e 70 mm sull’opera del fisico, che ha traghettato l’umanità verso il Male più apocalittico e disintegrato in quanto cosmico, tornato alla ribalta [...]

BARBIE di Greta Gerwig, a cura di Fabio Zanello.

Applausi a scena aperta per il duo Baumbach-Gerwig. La loro sceneggiatura stigmatizza Kubrick, Coppola, Zack Snyder e Justice League, i social, il patriarcato, l’identità di genere, l’egocentrismo, il femminismo e le multinazionali in [...]

Libri: Vivere e morire a Los Angeles di Fabio Zanello (Gremese)-La schizofrenia del genere, a cura di Francesco Saverio Marzaduri.

Entra subito nel vivo, l’analisi che Fabio Zanello dedica a Vivere e morire a Los Angeles, nel suo volume edito da Gremese per la collana “I migliori film della nostra vita”. Lo fa [...]

Torinofilmfestival 2021, a cura di Fabio Zanello

Nel 2021 si esaurisce il mandato come direttore artistico di Stefano Francia di Celle del TFF 39, all’insegna di un biennio caratterizzato dalle costrizioni emergenziali, connesse alla pandemia. Questa fase problematica della manifestazione [...]

Cortometraggi: ARIA di Barbara Sirotti, a cura di Fabio Zanello

A volerlo riassumere in una battuta il pluripremiato cortometraggio “Aria” potrebbe essere definito “cronaca di un amore violato.” Dominato dalla performance di una Barbara Sirotti. che mette in scena anche con l’ausilio della [...]

ITALIAN CONCUPIDO (2019) di Roger Fratter, a cura di Fabio Zanello

Si comincia come in Hitch con Will Smith con un protagonista (lo stesso Fratter) che tenta di combinare unioni amorose per i clienti della sua agenzia per cuori solitari. Filmata questa premessa, la galleria di [...]

Torinofilmfestival 2020: anno zero nell’era della sala virtuale, a cura di Fabio Zanello

Come è cambiato il Torinofilmfestival nell’era digitale? E come cambia soprattutto nell’era della pandemia? Rispetto alla forma ibrida di Venezia il festival della Mole sembra aver tratto linfa vitale dalla diversa sistematizzazione di [...]

Frontiers: viaggio tra le mille sfumature di un genere…, a cura di Paola Smurra

Se non è forte, non è deliziosamente violento e non lascia il segno allora non si può parlare di horror. Un genere fatto di innumerevoli storie – influenzate da fatti reali o frutto [...]

Libri: “Il cinema di frontiera di Sam Peckinpah” di Antonio Pettierre, a cura di Fabio Zanello

Nel prefinale ambientato nel bordello messicano de “Il mucchio selvaggio”(The Wild Bunch, 1969) Pike Bishop (William Holden) invita con fermezza i fratelli Tector (Ben Johnson) e Lyle Gorch (Warren Oates) con un perentorio [...]

Anatomia del Torinofilmfestival 2019, a cura di Fabio Zanello

Se questa è l’ultima edizione alla guida di Emanuela Martini, che ha ceduto il posto a Stefano Francia di Celle, anche i vertici del Museo stesso del cinema sono stati rivoluzionati con le [...]