Cinema Eventi News — 05 agosto 2014

Alla prossima Mostra del cinema di Venezia sarà presentato fuori concorso Tsili di Amos Gitai, un film sulla Shoah, tratto dal romanzo Paesaggio con bambina di Aharon Appelfeld.  Si tratta di una scommessa del regista israeliano: Gitai lo ha girato interamente in yiddish, che in quegli anni era la lingua della diaspora.
Quello di Gitai grazie a pellicole come Free Zone e Ana Arabia è un cinema che prevede la coesistenza pacifica, malgrado il conflitto che sta insanguinando la striscia di Gaza.
Un cinema che racconta l’altra faccia del Medio Oriente, landa lacerata secondo il regista dalla violenza di jihadisti, ultranazionalisti, fanatici religiosi ed estrema destra.
Tsili come le opere succitate sarà probabilmente in grado di “lavorare sotto pelle, aprire la mente della gente, mostrando che possiamo prenderci cura del prossimo senza nutrire le nostre vite di separazioni e conflitti.”

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.