Cinema News — 08 gennaio 2013

Girovago per il web e mi imbatto in una notizia stupenda. Nonostante sia stata resa nota già da molto tempo la leggo per prima volta solo ora ed è subito amore.

Senza ulteriori giri di parole, sto parlando dell’uscita della trasposizione cinematografica di Anna Karenina, famoso romanzo di Lev Tolstoj. Vi domanderete, come mai tanto entusiasmo per una notizia del genere?

Anna Karenina tra piccolo e grande schermo ha dato vita ad una ventina di adattamenti, più o meno fortunati, ma quest’ultimo sento che abbia qualcosa di speciale. Il motivo di tanta euforia sta nel cast. La regia è affidata a Joe Wright, il ruolo della protagonista Anna Karenina a Keira Knightley e quello del fratello a Matthew MacFadyen. Non vi dice niente questo meraviglioso trio? Se siete romantici appassionati di cinema, come me, non è accettabile.

I tre hanno già lavorato insieme, circa 7 anni fa, durante le riprese di Orgoglio e Pregiudizio, riadattamento cinematografico del celebre romanzo di Jane Austen. Keira e Matthew interpretavamo rispettivamente la romantica Elizabeth Bennet e il riservato Fitzwilliam Darcy, sotto la direzione del regista Joe Wright, ricevendo ben quattro nomination agli Oscar. Altro punto in comune è Dario Marianelli, compositore italiano, al quale è stata affidata la colonna sonora di entrambe le pellicole.

Joe Wright e Keira hanno inoltre collaborato anche per un altro film, Espiazione, interessante pellicola storico-drammatica che non potevo non citare.

Sarà divertente e stimolante vedere come i due attori, conosciuti dalla maggior parte del pubblico per i ruoli che precedentemente vi ho descritto, riusciranno a gestire i propri personaggi. In questa occasione infatti, i due non saranno innamorati l’uno dell’altra, schiavi dei loro stessi comportamenti orgogliosi ma interpreteranno i ruoli di fratello e sorella. Molto differenti anche i caratteri e le inclinazioni dei nuovi personaggi. Insomma, una bella sfida per attori e regista!

Il film uscirà nelle sale cinematografiche il 21 febbraio, e già non vedo l’ora di essere in fila al botteghino…

Elisabetta Gori

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.