Cinema News — 06 novembre 2012

“Un esperimento, in cui abbiamo voluto far arrivare un messaggio forte, soprattutto ai piu’ giovani. Per questo e’ stato scelto il linguaggio della commedia, per poter parlare a tutti con una forma leggera veicolando pero’ tematiche importanti”. Così il regista Massimiliano Bruno ha definito il suo ultimo impegno cinematografico, “Viva l’Italia”, prodotto da Fulvio e Federica Lucisano per Italian International Film con Rai Cinema. Sarà anche per l’attualità del messaggio che il film è risultato essere il film italiano più visto di questa stagione con un incasso totale di circa 3,66 milioni di euro, a 10 giorni dall’uscita. La storia, interpretata da Raoul Bova, Alessandro Gassman, Ambra Angiolini, Edoardo Leo, Maurizio Mattioli e Rocco Papaleo, racconta le vicende di Michele Spagnolo (Michele Placido), costretto da un’improvvisa malattia mentale a rivedere la scala dei valori che fino a quel momento aveva guidato la sua esperienza di padre, marito e politico. Corruzione, bugie e tradimenti lasciano il posto ‘alla verita” e diventa necessario, a quel punto, ridisegnare tutti i rapporti, anche quello che Spagnolo per una vita aveva costruito con i suoi elettori.

Redazione

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.